fbpx
Vai su
20 October, 2020, 17:06
Wilson Pro Staff 97 v13

Wilson Pro Staff 97 v13 – La recensione

Racchetta Wilson Pro Staff 97 v13

Non vedevamo l’ora di testare i nuovi attrezzi della famiglia Pro Staff appena lanciati sul mercato da Wilson. Iniziamo subito dalla nuovissima Wilson Pro Staff 97 v13, sorella più leggera e user-friendly della racchetta utilizzata da sua regalità… King Roger Federer, attrezzo di cui si avvalgono tra l’altro campioni del calibro di Roberto Bautista Agut, Juan Martin Del Potro, Grigor Dimitrov, Reilly Opelka e Kyle Edmund, solo per citarne alcuni.

Il marchio statunitense ha voluto rendere questo aggiornamento sicuramente unico e iconico con un omaggio stilistico al modello del 1983, che è stato uno dei primi attrezzi in grafite lanciato sul mercato. Il consueto design distintivo di Wilson, con le due fasce colorate del telaio a ore 3 e 9 eccezionalmente lascia il posto a una versione total black con dettagli e citazioni di interesse.
La prima “chicca” è costituita dalla testa della racchetta ricoperta da uno strato di vernice traslucida che mette in evidenza la sottostante fibra in kevlar e grafite, vero e proprio marchio di fabbrica tecnico di questa versione Pro Staff. Stiamo parlando della nuova tecnologia Braid 45 che prevede una disposizione a 45 gradi di questa speciale grafite intrecciata e non più ad angoli di 30 gradi. Nella parte interna della testa, invece, ecco apparire la dicitura Wilson Pro Staff con la doppia riga gialla e rossa, rimando del vecchio modello Pro Staff 85.
Doppia riga che si ripete su uno degli steli, mentre sull’altro appare il logo Wilson, nero e lucido, che contrasta con lo sfondo.
Che dire, racchetta bellissima ed elegante, sicuramente in linea con lo stile di Re RF.

Fatti i doverosi complimenti a Wilson per questo bellissimo look, possiamo andare a evidenziare le novità tecniche dell’attrezzo. Una l’abbiamo già menzionata, il Braid 45, che rimpiazza la tecnologia Countervail e offre una racchetta molto più connessa al braccio, dotata di maggior feeling e della sua consueta stabilità.
Lo schema corde, 16×19, grazie allo String Mapping di Wilson, appare più denso e fitto nella zona di impatto.
Ultimo aggiornamento da sottolineare è il fondello ergonomico presente nella parte inferiore dell’impugnatura, così come accade per Wilson Blade. In questo modo vengono notevolmente aumentate comfort e maneggevolezza. Il modello RF97 mantiene, invece, il tradizionale fondello dritto utilizzato da Roger Federer.
Da notare come non sia stata introdotta la tecnologia Feel Flex, come  per la linea Blade. Questo attrezzo deve rimanere rigido e “croccante”, ma è stato reso almeno in parte più confortevole.

Passiamo finalmente al racconto di quello che ci ha detto il campo e cominciamo con gli scambi da fondocampo.
Questa Pro Staff v13 è una racchetta veloce, con 321 punti swingweight (5 punti in meno rispetto alle versioni precedenti) si muove con facilità e restituisce tanta potenza. Lo schema corde più fitto e denso porta tanti benefici in termini di precisione e di controllo, sicuramente aumentato rispetto al passato. Chi ama giocare con colpi piatti forti e piazzati di giustezza, si troverà davvero bene e sarà agevolato da questo pattern. Non che vada male sui colpi effettati, escono bene anche quelli, ma i colpi troppo carichi di spin non risultano efficaci come quelli piatti. Insomma per gli arrotini veri ci sono attrezzi migliori. Tuttavia, è un attrezzo che lascia sicuramente molta libertà nel variare il gioco e nell’accelerare in qualsiasi momento. La sua maneggevolezza permette di cambiare colpo anche all’ultimo istante.
Fantastico anche il rovescio, preciso, fluido, lungo. Diventa un’arma importante con questo attrezzo tra le mani.
Da sottolineare come rimanga un fusto rigido con i suoi 67 punti RA. Chi ha avuto modo di provare Pro Staff in passato e lo trovava un attrezzo troppo rigido, probabilmente non stravolgerà la sua opinione, anche se ora appare più giocabile e il braccio viene meno sollecitato.

A rete si conferma un’ottima racchetta. È veloce da muovere e stabile, due aspetti fondamentali per quando si è vicini al net. La volèe, sia slice sia piatta è facile da piazzare e anche molto precisa.

Arriviamo ora al servizio. Molto buono, preciso e potente. Questa facilità nel far muovere la racchetta ti restituisce un servizio molto fluido e potente. Lo slice è ottimo, gira come deve fare e non ti delude mai, cosa che, invece, accade con il kick se non è forzato da un braccio esperto.

Insomma, per Wilson Pro Staff 97 v13 abbiamo solo belle parole. Esteticamente top, in campo si è migliorata molto con i pochi, ma chirurgici, interventi fatti.
Il risultato: una racchetta potente, ma con tanto controllo e stabilità. I giocatori che amano giocare colpi piatti forti e decisi ameranno questo aggiornamento. È un attrezzo che rimane prerogativa di coloro che sono dotati tecnicamente e possiedono un buon braccio e doti tecniche, ma si affaccia anche al giocatore intermedio.
Rimane comunque un pezzo unico nel suo genere che forse ha trovato il modo per abbracciare una fetta maggiore di pubblico.
Buon gioco!

Caratteristiche Tecniche

Ovale: 97 in²
Lunghezza:
68.6 cm
Peso:
315 g
Bilanciamento:
310 mm
Profilo:
21.5 mm costante
Schema corde:
16 x 19
Rigidità: 67 RA

Controllo

Potenza

Leggerezza

Maneggevolezza

Stabilità

Wilson Pro Staff 97 v13

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *