Vai su
27 June, 2022, 19:40
Wilson Blade 104 v8

Racchetta Wilson Blade 104 v8 – Recensione e offerta

RACCHETTA WILSON BLADE 104 v8

Dopo aver recensito la nuova Blade 98 16×19, tocca a Wilson Blade 104 v8, un attrezzo oversize che sta trovando una fetta di pubblico sempre maggiore e che è molto più incline alla potenza che al controllo.
Tra i professionisti Blade 104 viene utilizzata dalla Venere Nera: Venus Williams.

Le specifiche non variano rispetto al modello precedente, con uno schema corde che era già passato dal 18×19 della Blade v6 al più ampio 16×19 della Blade v7. L’unica novità è rappresentata dallo spessore del telaio aumentato di 0,5mm, che porta un leggero miglioramento sotto il punto di vista della solidità della racchetta.

Le altre due grandi novità le troviamo a livello estetico e tecnologico. Il design è stato stravolto da Wilson, abbandonando il classico look tricolore e trovando una soluzione originalissima e non riproponibile in altri attrezzi sul mercato: un look cangiante! Il verde rimane il colore distintivo della linea Blade, ma a seconda della luce che lo attraversa, cambia e arriva a una versione rame, toccando anche punte di giallo e viola. Questa nuova verniciatura opaca vi permetterà di avere una racchetta camaleontica tra le mani che è sicuramente adatta per chi ama i prodotti originali e unici.

L’altra novità, come detto, è tecnologica. Da una parte abbiamo la tecnologia FortyFive, ovvero una grafite intrecciata a 45 gradi e non più a 30, con l’inserimento del basalto a discapito di materiali meno performanti. In questo modo la flessibilità verticale e orizzontale del telaio è ancora più marcata, senza nulla togliere dal punto di vista della stabilità. Dall’altra parte, abbiamo la tecnologia Direct Connect per quanto riguarda l’impugnatura, che fonde il tappo direttamente nella porzione di fibra di carbonio del manico per una maggiore stabilità e sensibilità.

Passiamo ora al campo…
I primi scambi da fondocampo chiariscono subito il DNA della Blade 104 v8: colpi che escono potenti e profondi con estrema facilità senza accusare nessun tipo di fastidio al braccio. È una racchetta davvero morbida, con i soli 60 punti RA. Sfidiamo chiunque, anche i giocatori con una cartella clinica complessa, a dire che il braccio accusa affaticamento o fastidio dopo una partita con questo attrezzo.
Altra nota da segnalare è lo sweetspot davvero ampio, difficile da non colpire correttamente. Tuttavia, Wilson Blade 104 v8 perdona sempre, anche nei colpi più decentrati e per questo è un’ottima soluzione per i giocatori meno esperti, che devono ancora affinare la loro tecnica.

Come abbiamo detto, la potenza gratuita è tanta, c’è una bella spinta senza dover chiedere nulla a braccio e gambe. Però, come sempre c’è una tassa da pagare davanti a racchette con questa potenza ed è il controllo. Soprattutto sui colpi piatti, tende a sparare con poco controllo e precisione, per cui il suggerimento è di aiutarsi con le rotazioni, anche perché la Blade 104 è incline a dare spin ai colpi, quindi ti aiuterà in tal senso.
In generale, questa racchetta da fondocampo è molto tollerante e spinge molto i colpi. Occorre abituarsi al dosaggio della potenza e il gioco è fatto.

Veniamo ora al gioco a rete.
Vicino al net sarebbe opportuno avere una racchetta facile da manovrare e con la Wilson Blade 104 v8 non siamo al top sotto questo punto di vista, ma non è nemmeno una situazione così tragica. Sicuramente l’aumentato spessore offre un vantaggio in stabilità, per cui se si è reattivi è possibile respingere anche le raffiche più potenti. La volée non è precisissima e anche qui notiamo una carenza di controllo, per cui limitatevi a chiudere il punto e a non cercare finezze. Meglio la volée tagliata rispetto a quella piatta.

Concludiamo con il servizio. Senza ombra di dubbio è una racchetta generosa, potente, ma anche qui ci ripetiamo: se spingete a tutto braccio andate fuori giri e perdete precisione e controllo. Il servizio piatto in tal senso non perdona, mentre lo slice (che gira molto) offre molte più garanzie e vi permette di avere più soluzioni vincenti.
Per quanto riguarda il kick, è molto facile da eseguire, senza impegnare troppo braccia e gambe, ma, anzi, bisogna dosarsi come già sapete.

Insomma, Wilson Blade 104 v8 è una racchetta adatta ai giocatori di livello intermedio e ai veterani che cercano un attrezzo non impegnativo, indulgente col braccio e con facile accesso alla potenza. È una racchetta abbastanza duttile, si comporta come la sua predecessora, ma ha un pelo di stabilità in più che aiuta ad avere anche un pizzico di controllo, tuttavia rimane il fatto che dovete dosare i vostri colpi. Probabilmente un agonista o comunque un giocatore di livello avanzato potrà preferire altri tipi di telaio, meno indulgenti e più selettivi, ma noi consigliamo di provarla, potrebbe essere la racchetta che fa per voi…

Caratteristiche Tecniche

Ovale: 104 in²
Lunghezza:
69.9 cm
Peso:
290 g
Bilanciamento:
320 mm
Profilo:
22 mm costante
Schema corde:
16 x 19
Rigidità: 60 RA

Controllo

Potenza

Leggerezza

Maneggevolezza

Stabilità

Wilson Blade 98 16x19
NewsletterIscriviti alla nostra newsletter per ricevere promo personalizzate e restare aggiornato con le ultime notizie