fbpx
Vai su
15 May, 2021, 17:29
Yonex VCore 95

Yonex VCore 95 (310gr) – 2021

Racchetta Yonex VCore 95 – 2021

Yonex VCore ha aperto il 2021 con l’arrivo della sua sesta generazione e propone diversi aggiornamenti rispetto all’ultimo modello del 2018.
In questo caso, abbiamo testato e recensito per voi Yonex VCore 95, il telaio utilizzato dal campione canadese Denis Shapovalov.

Cominciamo subito col dire che tra tutti i modelli della famiglia VCore, la 95 è senz’altro quella che ha subito i maggiori cambiamenti.
La prima vera novità salta immediatamente agli occhi e riguarda l’aspetto estetico. Rimane il caratteristico rosso che contraddistingue la famiglia VCore, ma cambiano i colori di accompagnamento. Il telaio non è più  interamente in rosso acceso, ma si amalgama perfettamente per tutto l’ovale con un rosso amaranto. A fare da contrasto a questa perfetta sincronia, compare un blu elettrico utilizzato sia su uno degli steli, sia su una frazione interna all’apice dell’ovale. Non solo, anche le scritte all’interno dell’ovale vengono ricoperte di blu, con le diciture VCore e Yonex a contrapporsi sui due lati interni. Rimangono sugli steli le serigrafie in argento.
Nel complesso una scelta stilistica volta ad aumentare l’impatto visivo dell’attrezzo e a renderlo più aggressivo. A voi il giudizio finale…

Passiamo ora alle note tecniche.
Il design del telaio è stato completamente rivisto. Yonex lo ha allargato nella parte superiore in modo da avere una più ampia area utile per l’impatto con la pallina, mentre il profilo, sempre nella parte superiore del piatto corde, è stato ridotto quasi del 3% per velocizzare l’oscillazione della testa della racchetta. Cambiamenti che dovrebbero garantire maneggevolezza e maggiore velocità e potenza.

Anche la tecnologia 2G-Namd Flex Force2 rappresenta una novità. Questa grafite rivisitata è stata applicata nel punto più alto della gola e rende la racchetta molto più flessibile all’impatto con la palla, migliorando feeling e il potenziale nelle rotazioni.
Altra novità è rappresentata dalla tecnologia String Sync Grommet. Si tratta di particolari kit passacorde che hanno uno spessore leggermente più piccolo rispetto al foro praticato nel telaio e in questo modo aumenta la velocità di snapback, ovvero si ha una migliore presa sulla palla.

Per concludere con gli elementi tecnici, ecco il Vibration Dampening Mesh nel manico che diminuisce le vibrazioni del telaio e migliora il comfort. Permane, invece, la forma isometrica dell’ovale, un marchio di fabbrica ormai consolidato da parte del brand giapponese, e la tradizionale forma squadrata e poco rastremata del manico.
Finiamo la nostra parte introduttiva con una breve panoramica delle specifiche: ovale da 95 pollici, racchetta da 310 grammi non incordata, 325 punti di inerzia e 65 di RA.

Fatte le dovute presentazioni alla nuova Yonex VCore 95, vediamo come si è comportata in campo.
Ottima negli scambi da fondocampo, ci ha fatto subito innamorare di lei. La VCore 95 è una racchetta versatile, ottima nei colpi piatti, che escono abbastanza potenti e veloci, gira bene nei colpi in topspin. La sensazione è quella di non dover mai forzare, l’attrezzo aiuta a fare qualsiasi colpo senza metterci mai disagio. Non occorre avere un gran braccio per spingere, benché VCore modello 98 offra una potenza gratuita decisamente migliore, con un buon bagaglio tecnico anche la 95 è generosa rapportata alle dimensioni dell’ovale.
Molto confortevole, decisamente manovrabile, il braccio non accusa dolori nemmeno dopo ore di gioco. Sicuramente un ottimo compromesso tra precisione e potenza, piatto e rotazioni. La completezza è il suo vero valore aggiunto.
Anche sul rovescio si comporta bene, esce teso e abbastanza forte. Chi è abituato a farlo a una mano non avrà problemi.

Nel gioco a rete abbiamo trovato forse un suo piccolo limite. Sicuramente, come detto, è facile da manovrare e veloce, di contro, forse, manca un po’ in stabilità, utile per controbattere i colpi più veloci. Su questi colpi ci è sembrata non sempre ben equilibrata. La volée è comunque soddisfacente, dà quel feeling necessario per sentire uscire la palla bene sia piatta che tagliata. Sullo smash è puntuale, stabile e ben rispondente.

Arriviamo ora al suo pezzo forte, il servizio. Non è azzardato definire la Yonex VCore 95 un attrezzo dalla precisione chirurgica. Questo modello è ben bilanciato e gira a meraviglia. Non è la racchetta più potente in circolazione, non tira come una bombardina, ma con un braccio esperto tira fuori il massimo delle sue qualità: ovvero colpi veloci e precisi. È ottima sul colpo piatto, buonissima sullo slice e sorprendentemente top anche con il kick, che ha un gran rimbalzo.
Sulla risposta niente di più rispetto a quanto già detto da segnalare. Reagisce in modo regolare alle sollecitazioni in questo fondamentale, la sua stabilità qui è ok è l’attrezzo risponde in maniera ottimale.

Riassumendo, Yonex VCore 95 ci ha davvero sorpresi positivamente. È la tipica racchetta capace di adattarsi al tuo gioco e questo è davvero importante quando si sceglie un attrezzo. Versatile, veloce da manovrare, abbastanza potente e con un buon feeling.
Attenzione! Non è una racchetta che consigliamo per tutti, certamente chi è dotato di un buon livello tecnico può assolutamente prenderla in considerazione!

Caratteristiche Tecniche

Ovale: 95 in²
Lunghezza:
68.6 cm
Peso:
310 g
Bilanciamento:
310 mm
Profilo:
21.5 – 22 – 21 mm
Schema corde:
16 x 20
Rigidità: 65 RA

Controllo

Potenza

Leggerezza

Maneggevolezza

Stabilità

Yonex VCore 95

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *