fbpx
Vai su
7 April, 2020, 19:23

Mirage 200 – Le scarpe più leggere della gamma Lotto

Dopo avervi svelato tutti i segreti delle Lotto Mirage 100, le scarpe di Matteo Berrettini, passiamo ora a parlarvi del modello Mirage 200.
Più leggere, pesano solo 344 gr., Lotto ha progettato queste scarpe per i giocatori di medio – alto livello che privilegiano in campo la rapidità nei movimenti.

Ma andiamo a vederla in dettaglio.
Esteticamente è in linea con lo stile Lotto, elegante, pochi colori, abbinamenti perfetti. La scarpa che vi proponiamo e vedete qui in foto abbina il bianco e il rosso con dei “graffi” grigi su buona parte della tomaia, quasi ad evocare l’elemento che la contraddistingue: la velocità!

Passiamo ora alla sostanza, vediamo come è “carrozzata”. Notiamo subito la costruzione della scarpa a partire dalla calza avvolgente presente ormai in molti modelli sul mercato, composta in materiale elastico che racchiude il piede dalla punta fino alla caviglia e lo veste in modo millimetrico.
Potrebbero sembrare difficili da indossare e da togliere, invece le linguette sul collo del piede e sul tallone rendono semplicissime queste azioni.
Una volta indossate si sente molto bene l’effetto avvolgente di questa calza che come un vestito morbido e flessibile, non appesantisce il piede e soprattutto evita ogni fastidio e punto di pressione della scarpa durante gli scatti e i movimenti di gioco.
Il piede è saldo e non si muove al suo interno, evita frizioni pericolose e al tempo stesso non si sente “ingabbiato” ma vestito su misura.

Infografica Lotto Mirage 200

Suggeriamo di indossare una calza lunga ben sopra la caviglia e non quelle a scomparsa, in quanto la calza interna della Mirage 200 arriva comodamente fino ad altezza caviglia e potrebbe creare un fastidioso sfregamento con una calza troppo bassa.

La tomaia è costituita da hot melt con elementi di rete di nylon che aiutano il contenimento e la stabilità in ogni movimento e nei cambi di direzione. Ovviamente la traspirabilità non può essere la stessa di una scarpa in mesh o maglia pura, ma si difende comunque benissimo.

Come la sorella Mirage 100, anche la 200 dispone nell’intersuola della tecnologia Enertum e questo elemento aiuta e si sente davvero davvero dal  punto di vista del comfort, della prestazione e dell’ammortizzazione. Assorbe gli urti soprattutto nella zona del tallone, durante la corsa e i salti, un buon presidio anti-shock  per le articolazioni, che vengono preservate al massimo dall’impatto con il suolo, davvero attenuato e morbido.

Come dicevamo nell’introduzione, a livello di stabilità non vale la Mirage 100 che da questo punto di vista è veramente ai più alti livelli in assoluto. E’ chiaro anche che questo modello ha altre caratteristiche e differenzia la gamma come fanno tutti i marchi, sulla base di differenti target di utente.
È una scarpa che ha un indirizzo ben preciso e una missione molto chiara: la velocità. Nonostante questo, allacciando ben strette le stringhe, abbiamo acquisito una più che sufficiente sicurezza per affrontare ogni tipo di cambio direzione.
Le tecnologie Side Stability Support per la stabilizzazione laterale e la Heel Control sul tallone garantiscono supporti ottimali e tolgono ogni paura.

Per quanto riguarda la loro resistenza e durata, siamo in media con le altre scarpe di questo tipo presenti sul mercato. Probabilmente il materiale leggero con cui sono state costruite non le rende adatte agli scivolatori seriali o a coloro che bruciano in fretta le loro scarpe. Anche per costoro la Mirage 100 con tomaia in Kurim pare più indicata in quanto studiata appositamente per ovviare a questi specifici problemi di iperabrasione.
Chiaro è che non si può avere tutto e che in ogni scelta c’è sempre un piccolo compromesso, la Mirage 200 ha sue specifiche prerogative e vantaggi, così come la 100. Entrambi i modelli sono al top di gamma nelle loro specifiche impostazioni di base.  La migliore scelta è quella che incontra meglio esigenze soggettive, in questo caso, poste le premesse, ci sentiamo di dire che in entrambi i casi si casca davvero bene.

Arriviamo infine a parlare della suola. Il design del modello in prova è a spina di pesce, specifico per campi in terra battuta. Sono presenti inoltre la tecnologia LL40 (Longlast 40) – una mescola di gomma antiabrasione che aiuta a prolungare la vita della suola – e la tecnologia RFC, ovvero un puntale rinforzato per proteggere questa parte ipersollecitata della scarpa .

In sintesi, la Mirage 200 è un’ottima scarpa in linea con la fama del marchio italiano. Scarpa molto leggera, morbida e flessibile, che fa della ricerca della velocità la sua caratteristica distintiva in assoluto e anche rispetto agli altri modelli della famiglia Mirage.

Prossimamente vi daremo conto anche del modello Mirage 300.
Non perdete la nostra prossima recensione!

CLICCA QUI PER LA RECENSIONE DETTAGLIATA DELLE MIRAGE SPEED 100, LE SCARPE DI MATTEO BERRETTINI

Scarpe Lotto Mirage 200

– Peso 344g.
– Tomaia: costruzione interna a bootie per comfort e traspirabilità
– Linguetta presente sia sul collo del piede che sul tallone per indossarla con maggiore facilità
– Intersuola: tecnologia ENERTUM che ammortizza gli shock e incanala l’energia a ogni passo. L’inserto nel mesopiede migliora la stabilità nei movimenti
– Suola: realizzata con una gomma LL40 ad alta abrasione
– Puntale: avvolto dalla tecnologia RFC per una resistenza extra

  • Genere: Uomo
  • Colore: Bianco/rosso
  • Tipo suola scarpe: Terra battuta – ClayCourt
  • Sconto del 15%

93,50 €

anziché 110,00 €

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *