fbpx
Vai su
7 April, 2020, 19:06

Wilson Blade 98 v7.0 16×19

Wilson Blade 98 v7 è l’ultimo aggiornamento di una delle racchette più riconoscibili in circolazione. Un attrezzo che ora si rivolge a una fetta maggiore di tennisti in quanto molto più giocabile.
Cliccando qui potete trovare la recensione della versione 18×20.
In questo articolo ci focalizziamo, invece, sulla 16×19, la racchetta utilizzata dalla numero due al mondo Simona Halep e da altri nomi illustri come Elina Svitolina e Alex De Minaur.

Partiamo come di consueto dall’estetica.
Il design della nuova serie Blade riprende quello proposto dalla nuova linea Clash, ma si contraddistingue per la marcatura verde lime nella parte superiore dell’ovale, quindi è l’abbinamento grigio verde in testa a identificare immediatamente questa famiglia di attrezzi.
La parte inferiore del fusto è nera e la zona mediana dell’ovale è caratterizzata dal colore grigio.
La vera novità estetica della Blade 7v è la nuova verniciatura opaca completamente gommata e touch friendly, ben più resistente delle precedenti versioni in vernice lucida.
Le nuove serigrafie esaltano le sue linee pulite, conferendole nell’insieme un design estremamente elegante. Dal punto di vista grafico, la cifra estetica è dominata da un minimalismo confermato dalla presenza sul telaio delle sole scritte Blade e Wilson sugli steli, qui rispettivamente in grigio e verde fluo.
In sintesi estrema: una racchetta bella ed esteticamente pulita.

Telaio: peculiarità costruttiva che contraddistingue questa nuova serie è la tecnologia Feel Flex, evoluzione dell’omologa presente sui modelli Clash. Grazie alla mappatura in carbonio posizionata in maniera strategica sull’attrezzo, il telaio presenta una minore resistenza alle torsioni  (RA intorno ai 58 punti) dando un maggior feeling e un impatto più prolungato con la palla che si traduce in un aumentato controllo del colpo.
È proprio qui che la nuova Blade v7 si differenzia dal vecchio modello con la tecnologia Countervail che pur essendo molto equlibrato mancava un po’ nel feeling e nel confort di impatto con la pallina. Blade v7 ha notevolmente migliorato questo aspetto in particolare la piacevolezza e la sensibilità dell’impatto e la sensazione di grande controllo.

Passiamo al campo.
A fondo campo si rivela un ottimo attrezzo, veloce e solido al tempo stesso, in grado di garantire sempre massimo controllo e precisione, un “marchio di fabbrica” delle linee Blade. È davvero una racchetta all round, che permette di dare grandi strappi alla palla e attaccarla con potenza e rotazione e tenerla nelle righe del campo. Confidenza meno facile da trovare con la Clash che ci è sembrata sicuramente più imprevedibile e meno facile da gestire.
Ovviamente non tutto si ottiene facilmente, con la Blade per imprimere spinta ed effetti bisogna riuscire a colpire la pallina con una buona velocità di braccio e tanta precisione, per chi ha questo background la ricompensa di potenza, spin e controllo è certamente di grande soddisfazione.
In sintesi estrema: ha tutti i benefici delle precedenti Blade, con un maggiore feeling e  comfort di gioco.

A rete non è forse la racchetta più performante sulle palle alte, però grazie al riuscito mix di manovrabilità e stabilità supplisce alle sue lacune, consente di recuperare rapidamente posizione e di gestire tiri improvvisi e assorbire la potenza dei colpi .
La manovrabilità della nuova Blade v7 deriva dal suo nuovo bilanciamento, che è stato spostato leggermente verso l’impugnatura.

A servizio le sue prestazioni sono eccezionali. Ha quella velocità necessaria per generare grande potenza, il suo telaio sa come scatenarla e domarla al tempo stesso. In questo fondamentale non si riscontrano grandi differenze con le precedenti Blade, se non per i progressi già menzionati in fatto di comfort e feeling.

In definitiva, Wilson ha creato una racchetta che per alcuni aspetti costruttivi e di sensibilità si avvicina al modello Clash. In particolare la sua morbidezza di approccio alla palla la rendono accessibile a una fascia più ampia di pubblico.
Ci è sembrato un modello più adatto ai giocatori di quarta e terza categoria, piuttosto che agli agonisti che preferiscono telai più rigidi e nervosi. Probabilmente coloro che sono abituati ai vecchi modelli Blade ci metteranno un po’ per adattarsi alla nuova Blade v7, ma di sicuro troveranno una racchetta moderna di grande contenuto, in linea con le nuove tendenze del mercato: minore rigidità, maggiore comfort e feeling per salvaguardare il piacere del gioco e anche il braccio…

CLICCA QUI PER LA RECENSIONE DEL MODELLO UTLIZZATO DA STEFANOS TSITSIPAS 18X20

172,80 €

anziché 240,00 €

Caratteristiche Tecniche

Ovale: 98 in²
Lunghezza:
68.6 cm
Peso:
305 g
Bilanciamento:
320 mm
Profilo:
20.6 mm costante
Schema corde:
16 x 19
Rigidità:
58 RA

Controllo

Potenza

Leggerezza

Maneggevolezza

Stabilità

Wilson infografica

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *