fbpx
Vai su
29 September, 2020, 12:44
Head Gravity MP

Head Gravity Mp – La racchetta a due facce

RACCHETTA HEAD GRAVITY MP

La nuova Head Gravity MP riunisce in un unico attrezzo tutte le ultime tecnologie per dare ai giocatori di livello intermedio e avanzato una racchetta maneggevole, di grande sensibilità, generosa e capace di sprigionare dal suo telaio ogni tipo di rotazione.
Qui vediamo il modello MP (quello utilizzato dalla numero 1 al mondo Ashleigh Barty) al solito più accessibile e meno impegnativo, Alexander Zverev gioca con la Pro che è sicuramente un modello indicato agli agonisti.

Preannunciata da una grande campagna di marketing, abbiamo messo da parte qualche pregiudizio e l’abbiamo provata sul campo. Colpo dopo colpo l’abbiamo apprezzata ed è riuscita a stupirci. Con un peso di 295 gr (senza corde), la Head Gravity MP è dotata della nuova tecnologia Graphene 360+, una riuscita combinazione tra il Graphene 360, tecnologia che migliora il trasferimento dell’energia nella esecuzione del colpo e l’innovativa SpiralFibers, materiale che aumenta la flessibilità del telaio per un migliore feeling nell’impatto con la palla.

Vista la “sostanza”, passiamo alla forma, o meglio, al suo aspetto estetico. In supersintesi: sobria e originale. Si presenta bifronte, in color verde acqua su una facciata e di un rosso acceso sull’altra, il tratto colorato vive in entrambi i lati su uno sfondo nero, che è il terzo colore ed è il trait-d’union cromatico dominante. Nella parte interna dell’ovale risalta la scritta Head che copre circa un quarto dell’ovale, mentre a ore 3 sono ben visibili i suoi dati tecnici, stampati sulla parte esterna.

L’ovale (100 ln²) appositamente progettato a “goccia”, arrotondato a ore 3 e ore 9, per aumentare lo sweetspot, che risulta spostato verso l’alto e lo schema corde 16 x 20, facilitano le rotazioni, l’uscita della palla e la fase di spinta e accelerazione.

In campo la manovrabilità è sicuramente la caratteristica che più colpisce di questa racchetta che sembra ancora più leggera. Ovviamente trovare velocità e potenza risulta molto più facile con la MP rispetto alle Gravity Pro e Tour, entrambe principalmente rivolte a una platea di giocatori più esigenti e abituati a spingere senza aiuti.
Abbiamo riscontrato qualche difficoltà di telaio nel controllo e nella gestione di impatti violenti e conseguenti torsioni, qui forse escono i suoi limiti, naturali e ampiamente prevedibili per questa tipologia di attrezzo.

Da fondo si apprezzeranno leggerezza, precisione e comfort, meno la stabilità che in alcuni frangenti di gioco, alle alte velocità e in risposta al servizio talvolta pecca un po’.
Doti che si esaltano anche nel gioco a rete, maneggevolezza e grande sensibilità aiutano sicuramente nell’esecuzione dei colpi e sono sicuramente le carte vincenti della Gravity MP anche qui non sempre sicura e fedele su impatti violenti e lievi scentrature.
Anche al servizio, il feeling avuto è stato ottimo, escono qui le sue doti di comfort e sensibilità: facile condurla, generare velocità e dare spin.

Nel complesso ci troviamo di fronte ad una buona racchetta che mantiene le sue promesse, apprezzabile per giocatori di livello intermedio e propedeutica per sostenerli su alcuni fondamentali e in generale per il loro miglioramento tecnico.
Per le sue caratteristiche generali riteniamo che possa essere preferita da giocatori che prediligono i colpi di rimbalzo e il gioco sulla base-line ma che non rinunciano a incursioni in prossimità della rete.

Caratteristiche Tecniche

Ovale: 100 in²
Lunghezza:
68.5 cm
Peso:
295 g
Bilanciamento:
325 mm
Profilo:
22 mm costante
Schema corde:
16 x 20

Controllo

Potenza

Leggerezza

Maneggevolezza

Stabilità

Head Gravity MP infografica

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *