fbpx
Vai su
29 September, 2020, 13:57

Australian Open – Brand Main Draw

Sono partiti gli Australian Open, un’edizione quella n.108, che sarà sicuramente ricordata per gli incendi che stanno mettendo in ginocchio il continente australiano. Dopo i sorteggi dei tabelloni principali, possiamo già fare dei pronostici per quanto riguarda il vincitore e la vincitrice del primo Grande Slam della stagione.
Ma non è questa la sede per parlarne…
In queste righe facciamo una panoramica sugli attrezzi che verranno utilizzati dai tennisti (uomini e donne) durante il torneo.

THE WAR OF RACKETS

Rackets
Partiamo dagli uomini, qui Wilson la fa sicuramente da padrone, le serie Pro Staff e Blade sono le regine del marchio, per giocatori potenti e precisi come Re Roger e il vincitore delle Finals Stefanos Tsitsipas .
Head e Babolat si equivalgono e si spartiscono una buona fetta di giocatori. Head utilizzata dal grande favorito Nole Djokovic con la Head Graphene 360 Speed e dal nostro Matteo Berrettini con la sua Head Graphene 360 Extreme Pro. Babolat è invece la racchetta del numero 1 al mondo, Rafa Nadal, con la versione Pure Aero e , fra gli altri, di Dominic Thiem e Fabio Fognini, rispettivamente con Babolat Pure Strike e Babolat Pure Drive. Leggermente staccata la nipponica Yonex, nelle versioni Ezone 98 del padrone di casa Nick Kyrgios e VCORE 95 dell’astro nascente Denis Shapovalov. Chiudono questa speciale classifica Tecnifibre con la versione ATP T Fight 305 XTC di Daniil Medvedev, Prince e infine Dunlop con la nuova serie Srixon SX del rientrante Kenneth Anderson.
Rackets_girls

Passiamo ora alle donne Anche qui Wilson non ha rivali! Vedremo se Serena Serena con la sua Wilson Blade 104 riuscirà a tornare protagonista ad alti livelli. Il secondo marchio più utilizzato è Yonex, quasi il doppio di giocatrici rispetto agli uomini. Questo perché Yonex sembra aver creato attrezzi che meglio si adattano al gioco meno potente ma più maneggevole del gentil sesso. Seguono Babolat e Head rispettivamente della numero 2 e 1 al mondo, ovvero Karolina Pliskova con la Babolat Pure Drive e Ashleigh Barty cona la Head Gravity Tour Graphene 360+. Rispetto al tabellone maschile, vediamo un maggior numero di racchette Dunlop. Chiudono infine Prince con due giocatrici, Snauwaert, Tecnifibre e Volkl con una giocatrice a testa.

Proviamo a fare un pronostico, secondo voi quale attrezzo alzerà il trofeo australiano?
Seguiamo assieme The War of Rackets, tra due settimane per i verdetti.
Stay Tuned!!!
Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *