fbpx
Vai su
24 February, 2020, 08:50

Un marchio storico e una delle migliori racchette 2018! Scopri la Snauwaert Vitas 100

Un marchio storico, stiamo parlando di Snauwaert che torna prepotentemente nel panorama tennistico e lo fa grazie alla guida italiana di Roberto Gazzara, utilizzando lo stesso spirito di sviluppo delle racchette di sempre. Diciamo questo perché la filosofia del marchio rimane quella di adottare scelte tecniche che premino la modernità di contenuti e la ricerca di soluzioni tecniche per realizzare telai unici nel loro genere.

Vediamo nel dettaglio la Vitas 100 in versione 300 grammi.

Nero opaco, per tutto il telaio, di fattura notevole, molto piacevole al tatto e capace di adeguato grip per le dita della mano di supporto. Snauwaert è famosa per le variare i set di racchette  dal punto di vista cromatico, creando un attrezzo che si distingua dal resto della gamma e, nel caso della Vitas 100, il nero è accompagnato dal verde fluo, che riempie la parte bassa all’interno dell’ovale e spezza il nero con le serigrafie sugli steli, alla base del manico e ad ore 2 e 10 del piatto. Non ci sono altri giochi visivi, la principale caratteristica estetica da notare è il piatto pentagonale con il ponte ad angolo e la testa piatta, ma soprattutto con l’ampia apertura del piatto-corde ad ore 3 e 9, il marchio di fabbrica di tutte le Snauwaert odierne.

Telaio  con  tecnologia BIONIC x-section, che riprende la sezione variabile delle ossa umane, per supportare diversi tipi di flessione e di stress con spessori differenziati in base alle necessità, presentando un front beam tutto sommato affusolato e aerodinamico. Lo spessore laterale varia tra i 24 e i 26 mm, al pari di una moderna profilata.

Per quanto riguarda il manico, sotto l’attacco massiccio da 25 mm, troviamo una forma classica, più squadrata che rettangolare, sulla quale si adagia un grip Air Bubble, dalla superficie traforata e dallo spessore di circa 2 mm, che concorre a formare una misura piuttosto piena nella presa. Il fondello è realizzato in un unico pezzo e il buttcap è in verdone metallizzato, con il marchio Snauwaert in giallo.

 

La Vitas 100 si fa notare subito per una grande maneggevolezza, che rispecchia il principio di giocabilità al quale si ispira Snauwaert. L’idea di base è infatti la facilità di gioco, intesa come prestazione alla portata di diversi tipi di braccio e livello, cosa che il telaio assicura per un’ampia fascia di tennisti, dall’amatore all’agonista. Il telaio è molto stabile, solido all’impatto, pronto nella risposta. Una racchetta votata allo spin e le rotazioni sono di una facilità estrema, sia in top che in back, molto ben modulabili e supportati da un’uscita dei colpi sempre pronta, anche a basso regime. Le corde verticali centrali e le orizzontali centrali sono più lunghe rispetto alla norma e ciò comporta che siano anche maggiormente sollecitata.

La potenza non è il suo elemento di spicco, ma è comunque soddisfacente e va considerato che il livello di inerzia contenuto libera il braccio e consente di compensare tantissimo, insieme alla maggiore lunghezza delle corde che assicura una gittata lunga. I colpi hanno sempre una discreta complessità e la precisione è di buon livello.

 

Insomma Snauwaert ha realizzato una racchetta molto personale, abbastanza stabile e che permette uno spin abbondante e facile da sfruttare. La potenza è più che adeguata, ma viene premiata maggiormente la giocabilità, offrendo caratteristiche adatte a un gioco vario con tante modulazioni. È una racchetta decisa e che lascia spazio al braccio nella gestione dei colpi

Caratteristiche Tecniche

Ovale:
Lunghezza:
Peso:
Bilanciamento:
Profilo:
Schema Corde:

100
27
280 g
335
24 mm / 26,5 mm / 25 mm
16×19

Controllo

Potenza

Leggerezza

Maneggevolezza

Stabilità

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *